30 dicembre 2016

Gli attrezzi per l’idropittura: cosa comprare per tinteggiare le pareti di casa

attrezzatura idropittura

Hai scelto con cura – chiedendo magari anche consigli e consulenze – l’idropittura con cui tinteggiare la tua nuova casa o rinnovare i tuoi ambienti?

Che si tratti di un bianco declinato nelle sue mille tonalità oppure di un colore forte e deciso il momento della stesura della pittura è fondamentale per ottenere un buon risultato. Per farlo occorre recarsi in un negozio specializzato e dotarsi di tutti gli strumenti necessari per tinteggiare al meglio le pareti di casa.

Sai già come procedere?

Prima di tutto, è fondamentale preparare la parete nel modo giusto, pulendola dal colore precedente e rendendola uniforme, senza imperfezioni. Solo così il colore potrà essere steso in modo omogeneo e rendere al meglio.

Ma cosa è meglio fare per esser sicuri di aver scelto il colore giusto?

Basarsi solo sulle mazzette colore potrebbe essere un po’ rischioso.
Per esser sicuri della scelta fatta sarebbe opportuno acquistare dei campioni prova, ossia barattolini contenenti dai 60 ai 250 ml del colore selezionato, così da poter fare delle prove direttamente sulla parete.

Il secondo passo è munirsi di secchi nei quali diluire la vernice scelta. L’idropittura è infatti un tipo di vernice che va diluita con acqua prima dell’uso. Qualche secchio in più servirà poi anche per evitare di sporcare durante la pulizia degli attrezzi.

Altra cosa molto importante è la scelta del pennello, da optare se si è più esperti ed alla ricerca un risultato di grande precisione. La finitura che si intende ottenere ed il tipo di prodotto da applicare sono elementi decisivi nella scelta del pennello. Le setole animali, ad esempio di cinghiale o di maiale, sono adatte soprattutto per pitture sintetiche mentre nel caso dell’idropittura è preferibile puntare su pennellesse in fibra sintetica o setole miste.

L’alternativa al pennello è costituita dal rullo, da maneggiare con un manico di prolunga per raggiungere la parte alta delle pareti ed il soffitto senza dover ricorrere all’uso della scala (necessaria invece in caso di pennellessa). Anche il rullo deve essere di ottima qualità: i rulli naturali, soprattutto quelli in montone, sono ideali per le idropitture mentre i rulli sintetici (a grana fine, media, grossa o alveolata) si utilizzano per ottenere tessiture particolari sulla parete.

pennelli idropittura bludiprussia

Infine, per quanto riguarda la pulizia di rulli e pennelli, in caso di pittura e smalti a base d’acqua non sarà necessario ricorrere all’uso di solventi, basterà l’acqua per ripulire tutti gli attrezzi usati.

Per qualunque dubbio o esigenza noi di BludiPrussia siamo qui per aiutarti.

PER INFORMAZIONI CONTATTACI: