13 luglio 2016

Colori caldi e colori freddi: in quali ambienti della casa vanno utilizzati?

colori caldi colori freddi

La nostra casa è l’ambiente che più ci identifica e ci rispecchia e il luogo nel quale dovremmo sentirci più a nostro agio in ogni momento della giornata. L’utilizzo dei colori adatti ai vari ambienti è quindi di importanza fondamentale per vivere in una casa che ci faccia star bene. Sarebbe importante allora conoscere le proprietà delle tonalità calde e delle tonalità fredde e collocarle nelle stanze giuste. Le vediamo insieme? Se vi serve una consulenza professionale Bludiprussia è qui per aiutarvi nella scelta.

I colori caldi sono il rosso, l’arancione e il giallo in tutte le loro sfumature. Questi colori hanno una radiazione positiva, trasmettono gioia, vivacità, passione, attività, allegria e dovremmo quindi utilizzarli negli ambienti che vorremmo suscitassero queste sensazioni.

I colori freddi sono invece verde, blu, indaco e violetto, trasmettono una radiazione negativa e si tratta di toni che invitano alla calma, alla dolcezza, al riposo, alla tranquillità e al relax. Vi sarete quindi già fatti un’idea delle stanze da dipingere con questi colori, a prescindere dalle vostre preferenze personali.

I colori comunicano ed hanno un grande potere su di noi anche se spesso non ce ne rendiamo conto; vanno quindi scelti accuratamente in base a vari fattori: la dimensione della stanza, la luminosità, l’abbinamento con arredi e pavimento ma anche l’utilizzo a cui è destinato ogni ambiente. Nella “zona giorno”, le stanze della casa più orientate alla “produttività” e al “dinamismo”, è preferibile utilizzare colori caldi come il giallo, l’arancio o il rosso, soprattutto nella sala da pranzo e nella cucina. Una zona pranzo color arancio, per fare un esempio, oltre che mettere di buonumore e trasmettere energia stimola anche l’appetito e il metabolismo. Sensazioni fondamentali anche per la cucina: fare colazione o preparare il pranzo in una stanza in cui domina ad esempio il giallo può predisporre subito allo stato d’animo giusto.

Ci sono invece stanze che devono indurre maggiormente ad uno stato di concentrazione e tranquillità per farci vivere la casa nel modo migliore e qui è preferibile puntare su colori freddi: si tratta dello studio/ufficio, del soggiorno e della camera da letto. Per questi ambienti sarebbe opportuno scegliere i toni del verde, del blu in tutte le sue sfumature o del viola ad esempio nei toni del lavanda che creano luoghi di calma e serenità per rilassarsi al termine di una lunga giornata di lavoro oppure per concentrarsi a studiare o per scrivere in tranquillità.

E per il bagno? Qui la scelta dipende molto dal vostro carattere e dall’impronta che volete dare a questo ambiente: se volete renderlo più energico sapete che dovete puntare sui toni del giallo e dell’arancio, mentre se volete una zona più rilassante che inviti alla calma è meglio pensare ad un bagno sui toni del verde, del blu o del lavanda.

I colori influenzano corpo e mente e la scelta tra toni caldi e freddi non è affatto secondaria nell’arredamento della vostra casa. Voi avete già scelto?

PER INFORMAZIONI CONTATTACI: