4 febbraio 2018

Cromoterapia: come i colori delle pareti influenzano il nostro stato d’animo

cromoterapia i colori influenzano i nostri umori

I colori hanno un impatto molto forte sull’umore e sulle sensazioni, possono determinare il nostro stato d’animo ed influire sul benessere personale agendo sulle condizioni psico-fisiche di ognuno di noi. Tutto ciò è alla base della cromoterapia, una medicina alternativa che si propone di curare attraverso i colori in quanto fattori importantissimi per la salute della persona poiché collegati a determinati organi del corpo e portatori ognuno di energie e sensazioni specifiche. Perché non applicare allora i principi della cromoterapia alla nostra casa? Attraverso un uso attento e consapevole dei colori possiamo renderla un perfetto luogo di benessere ed equilibrio dove star bene e sentirci sempre pienamente a nostro agio.

Partiamo dai colori caldi, in generale sempre più indicati per la “zona giorno” dove è opportuno che vengano stimolate le energie e la vitalità. Parliamo di giallo, arancione e rosso in tutte le loro sfumature.

Il giallo è un colore luminoso portatore di allegria, buonumore ed accoglienza, stimola l’attività cerebrale e la creatività ed è quindi perfetto per ambienti come la cucina, il salotto o per la zona studio. Ottimo anche per la stanza dei bambini poiché stimola sensazioni positive senza creare però agitazione.

Effetti molto simili sono dati anche dall’arancione, anch’esso generatore di entusiasmo e forza vitale ed utilizzabile negli stessi ambienti. Occorre però fare attenzione a dosarne l’intensità e la quantità per evitare di indurre nervosismo, irrequietezza e frustrazione (che non vogliamo ovviamente ospitare dentro casa nostra!).

Tra i colori caldi rientra anche il rosso che stimola l’adrenalina, la passionalità, e agisce sulla pressione sanguigna, sulla frequenza cardiaca e sulla respirazione. Aumenta il livello di energia e vitalità di un ambiente e per questo motivo è preferibile utilizzarlo per la cucina o per la sala da pranzo ma nelle sue tonalità meno intense o sfumate può essere una buona scelta d’effetto anche per la camera da letto.

Andiamo poi sui colori freddi, più adatti per la zona notte nella quale vogliamo creare sensazioni di calma, relax e tranquillità. Si tratta di blu, indaco, viola e verde, in tutte le loro sfumature.

Il blu ha proprietà calmanti e rilassanti, combatte l’ansia e l’agitazione, concilia il riposo e l’equilibrio. All’opposto del rosso infatti abbassa la pressione sanguigna, rallenta i battiti cardiaci e la respirazione ed è quindi perfetto per la camera da letto o per il bagno se il relax è la sensazione principale che vogliamo evocare. Lo stesso vale per l’indaco e il violetto che rilassano i nervi, trasmettono una sensazione di ordine e serenità e sono ad esempio anche indicati per la meditazione.

Il verde allevia lo stress, ha un effetto calmante e rilassante, stabilizza l’umore e crea equilibrio. Stimola anche la concentrazione per cui oltre ad essere perfetto per la camera da letto o il bagno va benissimo anche come colore per le pareti della zona studio/ufficio della casa.

Ogni colore ha quindi delle proprietà e degli effetti sull’organismo. Per applicare i principi della cromoterapia alla nostra abitazione è perciò importante conoscere a fondo i colori in modo da riuscire a produrre in ogni ambiente una sensazione di benessere, migliorando la complessiva qualità della vita domestica. E voi, avete scelto come tinteggiare le pareti di casa?

PER INFORMAZIONI CONTATTACI: