30 settembre 2016

Guida pratica fai-da-te per la rimozione della tua vecchia carta da parati

la carta da parati in italia bludiprussia

La sostituzione della propria carta da parati è un classico del fai-da-te, anche perché è un’attività che può trasformare un ambiente in modo radicale dopo appena una manciata di giorni di lavoro.

Eppure, a meno che non siate davvero esperti di bricolage, sarà probabilmente meglio ricorrere almeno in parte alla consulenza da parte di professionisti del settore, se non altro per garantire un buon risultato per la fase tecnicamente meno semplice dell’intera operazione, ovvero la stesura della nuova carta da parati.

Ma se proprio avete intenzione di risparmiare qualcosa sulla manodopera potrete sicuramente optare per garantire con i vostri mezzi almeno la rimozione della vecchia carta e la prima preparazione delle pareti su cui i professionisti, muratori o imbianchi, dovranno poi lavorare con il nuovo materiale a disposizione.

carta da paratimattoni sostituzione carta da paratirimozione carta da paratirimuovere la carta da parati

Ecco quindi un semplice prontuario per assistervi nella rimozione della vecchia carta da parati dalle pareti della vostra stanza.

  • Prima di iniziare con la rimozione vera e propria è bene adoperare un certo numero di precauzioni per evitare danni o disagi eventualmente causati dalle operazioni di scartamento delle pareti. Spostate i mobili al centro della stanza e copriteli con dei teli di plastica per evitare di sporcarli con gli schizzi di acqua e con i residui di carta asportati dal muro. Coprite il pavimento con teli di plastica o di cartone per evitare che i residui di carta e colla possanno attaccarvisi, rovinandolo o sporcandolo oltre il necessario. Coprite le prese elettriche con un nastro di cartone per evitare che l’acqua danneggi l’impianto elettrico. Infine indossate abiti vecchi a cui non tenete particolarmente, perché potrebbero rovinarsi, ed adoperate dei guanti in plastica per proteggere le vostre mani dai solventi che potreste utilizzare per velocizzare la rimozione della carta.
  • Esistono infiniti trucchi per rendere rapido ed efficiente il processo di rimozione della carta da parati, ma per valutare quale sia davvero quello adatto al caso vostro occorrerà considerare lo stato dell’intonaco sotttostante la vecchia carta e il livello di adesione tra questa e il muro. In molti casi si consiglia di praticare tagli o forellini nella vecchia carta (tramite comuni taglierini da edilizia o rastrelli foratori, reperibili nei negozi specializzati) per garantire la penetrazione dell’acqua nella carta e la successiva lisi della colla che la mantiene attaccata alla parete. Per ottenere una completa rimozione sarà possibile utilizzare i diluenti commerciali che vengono commercializzati a questo scopo, o in alternativa sarà sufficiente bagnare la vecchia carta con abbondanti quantità di acqua bollente, assicurandosi che l’acqua penetri a fondo nella carta fino a raggiungere lo strato di colla.
  • Dopo aver bagnato la parete sarà quindi il momento di rimuovere la vecchia carta da parati grazie all’ausilio di una comune spatola da muratura, scegliendo preferibilmente un modello dal taglio largo e composto da metallo flessibile in modo da garantire colpi decisi ma inoffensivi per l’intonaco sottostante.
  • Una volta rimossa la carta dalla parete potete procedere con la levigatura dell’intonaco a la stuccatura di eventuali piccole crepe.
  • Prima di procedere con la successiva applicazione della nuova carta da parati sarà davvero opportuno pulire accuratamente l’ambiente, rimuovendo dal pavimento e dai teloni di copertura tutti quei residui di carta e colla che fossero caduti nel corso delle operazioni di rimozione. Tale operazione vi garantirà un miglior ambiente di lavoro, dandovi l’opportunità di procedere con le fasi successive senza contaminare i nuovi materiali acquistati, ovvero i rotoli della carta da parati che avete scelto per rinnovare la vostra stanza.

arredamento palletcarta da paraticarta da paraticarta da parati su cassetti

PER INFORMAZIONI CONTATTACI: