15 dicembre 2015

Tinteggiare casa: i Colori di moda del 2015 2016

gamma colori di moda spring color

Per tinteggiare casa con i colori alla moda del 2015/2016 è necessario in primo luogo capire il concetto di moda del colore. La parola stessa moda (dal latino “modus”, ovvero maniera, regola, tempo, tono o moderazione) implica infatti un concetto di evanescenza e soggettività al tempo e al luogo.  Il pittore e/o il proprietario che desiderano ritinteggiare casa dovrebbero quindi prendere in considerazione questa transitorietà del gusto o della linea di colore in voga al momento. Dopo pochi anni infatti i colori scelti per le proprie pareti potrebbero diventare fuori moda, superati o “stucchevoli”, nel senso cromatico del termine.

Fatta questa piccola considerazione introduttiva, se sei interessato a scoprire i colori di moda del 2015 per tinteggiare casa clicca qui per andare subito all’apposita sezione. In caso contrario, ecco per te 4 principi da prendere in considerazione e da coniugare al fattore moda.

  1. Il gusto è il gusto. Nulla potrà mai soppiantarlo, né il consiglio della migliore amica né le critiche precise di un designer d’interni. Se quello è IL colore che vi piace per la vostra stanza, quello dovrà essere. Per tornare al latino, “de gustibus” vale per tutto, cibo, persone e, ovviamente, anche colori.
  2. La moda è passeggera, i mobili no. L’arredamento di casa è una delle cose che, insieme al colore, rimane più tempo a farci compagnia. Modificarlo può costare tempo e denaro e proprio per questo motivo l’arredo casa è solito durare diversi anni. E’ bene quindi privilegiare colori che si sposino bene con le varie componenti del nostro arredamento, indipendentemente da quello che è il tono di colore in voga al momento che, come specificato, potrebbe presto passare di moda e lasciarci così con una casa “non abbinata”.
  3. Colore speciale-gusto deciso. E’ idea preconcetta che i colori decisi e scuri sono adatti agli ambienti spaziosi. Nulla di più sbagliato dal nostro punto di vista! Se un luogo è angusto e buio, tanto vale renderlo speciale. Il colore è l’intervento più determinante e meno costoso che possiamo pensare di fare. Certo la moda, che riveste più in generale il lifestyle del momento, può e deve influire le scelte cromatiche. parete dipinta con blu alla moda
  4. Tinteggiare casa da soli è facile. Se si sceglie un buon prodotto e un bel colore, sarà divertente e di grande soddisfazione, se ve la sentite, dipingere da soli l’ambiente da tinteggiare. Sarete voi stessi gli artefici del cambiamento della vostra camera da letto, del vostro studio e via dicendo. Se si tratta invece di tinteggiare una casa intera, consigliamo vivamente di rivolgervi ad un professionista onde evitare problemi derivanti dall’eccesso di zelo. L’applicatore deve essere coinvolto nelle scelte di finiture e tecniche di applicazione sia per testare la sua professionalità che per responsabilizzarlo maggiormente sul lavoro da svolgere. Venite a trovarci con lui oppure, una volta fatte le vostre scelte cromatiche fatelo venire al nostro desk per info tecniche.

Fatte queste semplici ma doverose premesse, ecco a seguire i colori alla moda per tinteggiare casa per il 2015 e il 2015.

Colori di moda per le pareti interne

La scelta del colore per l’applicazione sulle pareti interne si deve basare su principi ovviamente differenti da quelli che influenzano la scelta per i muri esterni di casa.

Nel 2015 i colori che sono andati per la maggiore sono essenzialmente racchiudibili in 3 categorie:

I colori tenui o pastello

Spopolati in primavera e affermatisi nel corso dell’estate e dell’autunno, questi colori sembrano farla da padrone anche per il prossimo 2016. Non si tratta tanto di colori leggeri o poco incisivi quanto dell’accostamento di colori tiepidi e più moderati con vernici, smalti, cornici o arredi dai colori scintillanti e brillanti. Il contrasto è stato il marchio distintivo del 2015 e, seppur con qualche cambiamento nello stile, sembra essere il filo conduttore dell’interior design anche per il prossimo anno.

Non più quindi colori sgargianti visivamente laceranti ma contrasti di buon gusto, stacchi di colore e stile e cromaticità intelligenti studiate per esaltarne altre.

I colori del mare

Tra le tante tonalità, il Blu sembra essere tra quelli maggiormente tornati di moda, in tutte le sue sfumature. Cobalto, celeste, notte e molte altre “categorie” sembrano spopolare, specialmente per le pareti interne di soggiorni e camere da letto. Noi pensiamo che l’interesse per il blu e le sue infinite combinazioni dal chiaro allo scuro e dal vivo ai toni più spenti sia dovuto al fatto che la storia del Blu è particolarmente accattivante. Come per esempio quella del blu oltremare, tonalità profondissima ottenuta in passato con polvere di lapislazzuli! Questa pietra semi preziosa arrivava dal lontano oriente dai territori d’oltremare, da qui il nome del colore. Sia la Little Greene che Emente hanno un “blu oltremare” in cartella.

Il bianco non passa mai di moda…

Per quanto possa sembrare strano, cala l’utilizzo del bianco. Non parliamo ovviamente del bianco utilizzato per esaltare il colore, la cornice capace di valorizzare il quadro, ma il bianco classico utilizzato per tinteggiare le pareti interne di casa e dare così una rinfrescata a tutto l’appartamento. Se il 2015 ha segnato la fine del bianco triste e pallido utilizzato per tinteggiare e dipingere casa, si prevede che il 2016 lo riporterà in auge sotto una nuova veste, più alla moda, di un bianco vivo, lucente e brillante, capace non solamente di esaltare gli altri colori ma anche di fare una bella figura di per sé, in quanto bianco. Si tratta di un colore particolare. Il bianco vero, puro, non esiste, bisogna quindi prestare attenzione nel scegliere la “vena” giusta per l’ambiente trattata, calda, fredda oppure antica, vedere per credere!

 

PER INFORMAZIONI CONTATTACI: